Menu

Armi clandestine in casa, arrestato giovane rumeno

Il 24enne deteneva illegalmente un fucile da caccia calibro 16 con la matricola cancellata e una doppietta ad aria compressa. Ora è detenuto presso la casa circondariale di Ponte San Leonardo

VENAFRO. Arrestato un giovane rumeno per detenzione di armi clandestine. I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Venafro, guidati dal capitano Giuseppe Fedele, hanno fermato il ragazzo ieri, nella sua casa in località le Mortine (Venafro). J.A.I, classe 1989, era stato precedentemente fermato per controlli dai carabinieri in seguito ad una segnalazione per attività di bracconaggio. Dopo gli accertamenti, la reazione preoccupata del giovane ha insospettito i militari, che hanno così deciso di perquisire la sua abitazione. Qui sono stati rinvenuti e sequestrati un fucile da caccia doppietta a cani esterni calibro 16, con la matricola cancellata, una carabina ad aria compressa calibro 4.5 dotata di ottica ed alcune munizioni, tutto detenuto illegalmente. Ora le armi saranno sottoposte ad approfonditi accertamenti per ripristinare la matricola raschiata, identificare il proprietario e capire se è stata rubata o utilizzata in altri reati. Per la carabina verrà verificato che non sia stata modificata per aumentarne la potenza. Intanto la dottoressa Maria Carmela Andricciola, pubblico ministero di turno presso la procura della Repubblica di Isernia, ha disposto la reclusione del rumeno nella casa circondariale di Ponte san Leonardo.

M.I.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto